SPEDIZIONE A PARTIRE DA 4,90€. GRATIS PER ORDINI SUPERIORI A 89€

 

Mini Cart

Semi da Prato

Griglia Lista

Articoli 1-30 di 65

Imposta la direzione decrescente
  1. IN PROMOZIONE
    Icl
    Prezzo speciale € 41,90 Prezzo predefinito € 47,00
  2. Franchi Sementi
    € 6,59
  3. Franchi Sementi
    € 9,99
  4. Franchi Sementi
    € 10,90
  5. Solo ritiro in negozio
  6. Non Disponibile
  7. Non Disponibile
  8. Non Disponibile
    Blumen
    € 10,20
  9. Non Disponibile
  10. Non Disponibile
  11. Non Disponibile
    Compo
    € 14,99
  12. Non Disponibile
  13. Non Disponibile
  14. Non Disponibile
  15. Non Disponibile
    Franchi Sementi
    Prezzo speciale € 17,59 Prezzo predefinito € 19,59
  16. Non Disponibile
  17. Non Disponibile
  18. Non Disponibile
  19. Non Disponibile
  20. Non Disponibile
Griglia Lista

Articoli 1-30 di 65

Imposta la direzione decrescente

Il miglior periodo per seminare il prato è dalla fine di agosto con gli ultimi giorni di ottobre. Infatti, in questo lasso di tempo si manifestano le condizioni perfette per una semina di qualità in quanto meno soggetto alle cosiddette piante infestanti.

Cosa devo fare per seminare il mio prato?

  1. Eliminare le erbacce: Innanzitutto è buona norma procedere con il diserbo del terreno. Questa operazione è fondamentale e va fatta a fine estate per estirpare in profondità le infestanti che si sono create con la stagione calda. Sono tante soluzioni di diserbanti totali, selettivi ma anche 100% ecologici e naturali ovvero, che rispettano l’ambiente ed eliminano il problema in maniera sostenibile.
  2. Fresare il terreno: in seguito al punto precedente il terreno andrebbe arato per almeno 20-30 cm e successivamente fresato per sminuzzare, equilibrare e amalgamare il livello superficiale del terreno. È molto importante nutrire adeguatamente il terreno in questa fase con concime granulare o liquido.
  3. Spargere un terriccio: Una volta livellato il terreno sarà necessario distribuire un terriccio per 3-4 mm. In questo caso è particolarmente indicato il terriccio da prato che ha un composto più sabbioso con fibra di cocco (o legno) creando così i presupposti migliori per la germinazione del seme.
  4. La scelta dei sementi: Ogni selezione è diversa dall’altra proprio perché bisogna considerare diversi fattori tra cui l’ubicazione geografica e l’esposizione al sole, il desiderata estetico di colorazione e composizione fogliare e il livello di manutenzione che saremo in grado di garantire al tappeto erboso durante l’anno.
  5. Distribuire il seme e rullare il prato: Seminando a mano bisognerà fare molta attenzione a distribuire la giusta quantità di semi altrimenti avvaletevi dell’utilizzo di seminatrici che permetteranno di distribuire correttamente i semi lungo tutto il terreno. Per livellare e compattare il terreno appena seminato è importante rullare il prato.
  6. Concimazione: Fondamentale ora distribuire un concime specifico per le semina ad alto tenore di fosforoche aiuterà il prato nelle prime delicate fasi di germinazione e crescita. E’ una concimazione da non dimenticare per evitare il rischio di compromettere il lavoro fin qui fatto.
  7. Tenere umido il terreno: Ora non dovremmo fare altro che bagnare e tenere costantemente umido il terreno fino alla germinazione completa, generalmente 10/15 giorni. Poi l’irrigazione diventerà quotidiana fino a che l’erba non raggiunge l’altezza di 10 cm.
  8. Conclusione: Una volta raggiunti i 10 cm di altezza (dopo 4-6 settimane) bisognerà procedere con il primo taglio riducendo il manto erboso di almeno 1/3 e concimare concimi azotati a lenta cessione.