SPEDIZIONE GRATUITA SU ACQUISTI SUPERIORI A €49,00

Mini Cart

Bulbi da fiore primaverili e autunnali

Come e quando piante i bulbi per un'aiuola dall'aspetto naturale?

Per avere aiuole fiorite praticamente tutti i mesi dell’anno, basta avere ben chiaro in mente quando i bulbi fioriscono, quando vanno piantati e quali vanno lasciati nel terreno o quando ritirarli.

Su Agricolashop puoi trovare bulbi da fiore per riuscire a realizzare un’aiuola che colori il giardino da gennaio a dicembre. Scopriamo intanto quali sono le differenze tra bulbi primaverili e autunnali e cosa invece hanno in comune. Vengono definite bulbose rizomatose o tuberose le piante erbacee dotate di organi di accumulo posizionati a livello delle radici: un piccolo “serbatoio” che permette loro di sopravvivere durante i periodi di riposo. Dopo la fioritura, infatti, cadono petali e foglie dopo che cominciano a seccare, restituendo le sostanze nutritive al bulbo.

BULBI: QUANDO PIANTARLI

I bulbi a fioritura primaverile vanno interrato ad autunno, facendo attenzione che le temperature medie siano almeno al di sotto dei 10°C perché, temperature più alte, potrebbero stimolare la vegetazione sottoponendo i germogli al gelo e al rischio di venir “bruciati” dal freddo eccessivo.

Ciò non vale per quelle bulbose (i muscari, per esempio) che germogliano già in autunno e reggono abbastanza bene il freddo. Ma se si vive in zone particolarmente fredde è opportuno pensare di proteggerle con una pacciamatura di foglie secche.

Le bulbose a fioritura estiva vanno invece interrate in primavera, dopo la fine delle gelate. Luglio, invece, è il mese in cui piantare i bulbi a fioritura autunnale.  

BULBI DA FIORE: COME PIANTARLI PER UN’AIUOLA NATURALE

La prima regola per avere aiuole naturali e colorate è conoscere le differenti altezze dei bulbi da fiore che andiamo a piantare e procedere dal più basso al più alto. E fornire un sostegno, se necessario, per i fiori più alti che lo richiedono per via della notevole altezza o la dimensione del fiore. Per dare un aspetto più naturale è consigliato dividere i bulbi per altezza, mescolarli tra loro e creare delle zone miste.

In natura le bulbose crescono a gruppetti: l’ideale è dunque fare 4-5 buchetti nel terreno ravvicinati tra di loro, pur rispettando la minima distanza necessaria per non farli crescere troppo attaccati e renderli più soggetti al rischio di marciume. Per quanto riguarda la profondità, invece, calcolare circa tre volte la loro lunghezza. 

 

 
Qualcosa di nuovo deve ancora sbocciare... preparati ad un'esperienza di shopping online completamente diversa.
Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti il lancio del nostro nuovo e-commerce. Abbiamo una sorpresa per te. Iscriviti