SPEDIZIONE A PARTIRE DA 4,90€. GRATIS PER ORDINI SUPERIORI A 89€

 

Mini Cart

La cura del prato: la semina e le infestanti

I consigli di Compo per avere un prato perfetto

Quali sono i trucchi per avere un prato sano e rigoglioso? Nella seconda parte di questa miniguida realizzata in collaborazione con Compo, scopriremo come seminare e come combattere le infestanti.

COME SCEGLIERE I SEMI DA PRATO

I sementi per prato si dividono in diverse categorie. Abbiamo sementi microterme (come Festuca, Poa e Lolium) che prediligono ambienti freschi e umidi e sopportano il gelo e le basse temperature oppure sementi di macroterme (come Cynodon, Zoysia e Dichondra) che riposano in Inverno, sopportano la siccità ma non sopportano il freddo e sono facilmente soggette ad attacchi parassitari.

Perché scegliere una miscela già pronta? Perché contiene la giusta miscela di sementi per assicurare la massima resistenza. Dopo aver seminato, schiacciare i semi con un rullo, annaffiare e aspettiamo 4 settimane per il primo taglio ed infine la seconda concimazione a lenta cessione ad alto titolo di azoto.

IL TAGLIO E L’INNAFFIATURA DEL PRATO

Una volta che il nostro prato è cresciuto completamente bisogna, ovviamente, prendersene cura bagnandolo e con tagli regolari. Quando bagnare il prato? Mai quando il sole è alto, possibilmente la mattina presto e ogni 2-3 giorni. Il taglio invece va effettuato poco e spesso. Meglio infatti non lasciarlo crescere troppo ed evitare, come già scritto, di tagliare più di un terzo della foglia presente. 

LA LOTTA ALLE INFESTANTI

Se abbiamo fatto tutto bene nel giro di un mese avremo un bellissimo prato verde, sano e rigoglioso ma non sarà solo lui a beneficiare del nostro lavoro perché, oltre al prato, molto probabilmente dovremo avere a che fare con la proliferazione delle erbe infestanti che rischiano di soffocare il nostro prato.

Le infestanti si dividono in infestanti a foglia larga (come Tarassaco, Euforbia maculata, Trigoglio, Margherite e Piantaggine) e quelle a foglia stretta (come Gramigna, Digitaria e Setaria). Come sconfiggerle? Se abbiamo scelto sementi di qualità e abbiamo nutrito con il giusto concime il terreno non ci rimane che intervenire “meccanicamente”, strappandole una per una e facendo attenzione a sradicarle completamente, oppure possiamo farci aiutare nei casi estremi dalla chimica. Esistono infatti diserbanti selettivi per le infestanti a foglia larga e le infestanti a foglia stretta.

I diserbanti vanno diluiti in acqua, stando molto attenti alle dosi consigliate dagli esperti. Noi dello staff di Agricola saremo ben lieti di potervi guidare circa la scelta e la modalità di utilizzo del diserbante che fa al caso vostro.

Prima di usarli però, per evitare di impiegare troppo diserbante, vi consigliamo di effettuare la cosiddetta “prova in bianco”. Riempite d’acqua la vostra pompa e vedete quante volte dovete spruzzare e con quale frequenza per coprire tutta la superficie. Una volta calibrato il vostro “passo” potete procedere con il diserbo effettivo.   

 

 

 

 
POTREBBE INTERESSARTI
Chi ha visto questo consiglia anche...
  1. Graminicida selettivo concentr
  2. Floranid Staeter concime per prato 2,5 kg
    Non Disponibile
  3. Prato al sole Compo 1 kg
    Non Disponibile
  4. Semi Prato in ombra Compo 1 kg