L’oriente in tavola
Condividi  

L’oriente in tavola

La mise en place dal sapore esotico.

Design essenziale, atmosfere raffinate, cura dei dettagli. Lo cultura orientale è minimalista e fortemente ancorata alla tradizione. Queste caratteristiche riguardano anche la tavola, dove l’estetica gioca un ruolo fondamentale e la composizione degli elementi è precisa e minuziosa. 

I piatti: in porcellana e dalle forme geometriche semplici, devono adattarsi al tipo di pietanza che sono destinati a contenere. Per dare un tocco di raffinatezza in più si possono dipingere semplici dettagli floreali sul fondo. 

Le bacchette: in bambù o legno, sono lo strumento principale con cui raccogliere il cibo che verrà già servito in piccole porzioni. La tradizione vuole infatti che gli alimenti non vengano mai tagliati a tavola. 

Utensili e accessori: gli attrezzi per preparare o servire le pietanze devono essere in bambù per non alterare aromi e sapori degli ingredienti. Sulla tavola, inoltre, non possono mai mancare ciotole e piccoli contenitori per le salse e il riso.

Tazze: i classici bicchieri in vetro vanno sostituiti con tazze in porcellana e teiere. Il galateo vuole che il bicchiere dell’ospite non sia mai lasciato vuoto. 

Scarica la scheda in formato .pdf