Orto in autunno
Condividi  

Orto in autunno

Cosa seminare e trapiantare

Avete liberato l’orto e il balcone dalle colture estive: via i pomodori, via i fagioli, via le zucchine! Finalmente un po’ di spazio… Ma come riempirlo? Guardiamo quali sono gli ortaggi da seminare o trapiantare in autunno per dare nuova vita al nostro orto.
E’ vero che stiamo andando incontro al freddo, ma ci sono molte varietà di cavoli, verze e cicorie che non temono le basse temperature, potrebbe essere il momento adatto per  acquistare delle piccole piantine già sviluppate da mettere subito a dimora. Alcune varietà di cicoria sono precoci (Orchidea Rossa precocissima, Variegata di Chioggia precoce, Rossa di Verona…) e altre tardive (Capotta, Bianca Invernale…) scegliamo quella più adatta alle nostre esigenze e al clima dove viviamo. Terminati i trapianti, guardiamo alle semine: settembre-ottobre è il momento ideale per la semina di spinaci, cime di rapa, ravanelli, rucola e valeriana, che ci daranno in poco tempo la possibilità di avere ortaggi freschi a tavola. Sono loro, con il loro ciclo di crescita molto breve, a tappare i buchi rimasti vuoi, a movimentare l’orto autunnale e a riempirlo di colori.

I nostri consigli
Prima di pensare a cosa piantare e a quello che raccoglieremo, è bene preparare il terreno: dopo la vangatura è bene aggiungere un po’ di stallatico naturale e arricchire il terreno di sostante nutritive. Se avete intenzione di piantare finocchi e cicorie, ricordatevi di farlo nelle ore più fresche delle giornate: un’ombreggiatura iniziale ne favorirà l’attecchimento, unitamente a un’irrigazione costante. Al momento dell'impianto vi consigliamo inoltre di accorciare della metà le foglie più lunghe delle cicorie.
Tra gli ortaggi di stagione, le verze non richiedono molta acqua ma vengono attaccate dalla cavolaia, una piccola larva che ne può compromettere la maturazione. Qualora fosse necessario, potrete disinfettare con l’area con piretro actigreen.
Se non avete un terreno a disposizione, potrete coltivare il vostro orto anche in balcone: sarà sufficiente scegliere terricci privi di torbe e concimi di copertura per stimolare la vegetazione.

Scarica la scheda in formato .pdf

La passata di pomodoro

Conserva la tua estate

Intere famiglie, tra fine agosto e inizio settembre, si riuniscono e si preparano, tutti gli anni, a ripetere lo stesso rituale di sempre: la passata di pomodoro fatta in casa. Ecco la nostra ricetta per 10kg di pomodori San Marzano: eliminate il picciolo verde e lavateli accuratamente scartando quelli con ammaccature. Sistemate sul fuoco una pentola piena per metà d’acqua e portatela a bollore: immergete i pomodori e sbollentateli per circa 7 minuti; raccoglieteli con una schiumarola, sistemateli ordinatamente su un piano leggermente inclinato e lasciateli sgocciolare. Ancora caldi passateli al passaverdura facendo cadere il sugo in una casseruola, possibilmente di coccio. Riempite quindi le bottiglie con il passato di pomodori, avendo cura di lasciare un margine di 3-4 centimetri dall’orlo, e aggiungete in ciascuna 2 foglioline di basilico.

La passata di pomodoro