Guida al cucciolo: il cane
Condividi  

Guida al cucciolo: il cane

Il decalogo

  1. Nelle prime settimane di vita, il cane impara riti e abitudini che porterà avanti anche da adulto. 
     
  2. Perché impari a non sporcare in casa, è importante che il cucciolo venga portato fuori nei momenti in cui, probabilmente, ne sentirà il bisogno: al risveglio, dopo i pasti, dopo aver bevuto, dopo il gioco.
     
  3. I comandi vanno dati attraverso parole semplici, e condivise da tutti i membri della famiglia. L’addestramento deve essere divertente, e dare una ricompensa aiuta.
     
  4. Quando il cucciolo fa i suoi bisogni fuori, e non in casa, si può gratificarlo con un piccolo premio, per fargli capire che ha fatto la cosa giusta.
     
  5. Per abituare il nostro amico a guinzaglio e collare, si può cominciare con qualche ora in casa. Il guinzaglio va tirato gentilmente, e lasciato allentato, in modo da poter rimanere fermi se è lui a tirare.
     
  6. Bisogna portare a spasso il cucciolo appena possibile, evitando aree sporcate da altri animali e il contatto con cani non vaccinati.
     
  7. Le vaccinazioni sono essenziali per proteggere il proprio animale e gli altri da malattie infettive trasmissibili. Si comincia quando è cucciolo, e si va avanti anche da adulto.
     
  8. Quando il protocollo vaccina- le è stato completato, il cane può essere portato a spasso senza limiti. Con un’avvertenza: gli animali giovani hanno bisogno di dormire spesso.
     
  9. Se il cane ha pelo lungo o medio, bisogna spazzolarlo quotidianamente. Importante anche il taglio delle unghie e la pulizia dei denti, da effettuare con spazzolino specifico.
     
  10. Il momento ideale per accogliere in casa un cucciolo è quando gli si può dedicare tempo e attenzioni: per esempio, meglio evitare il Natale, e preferire invece le vacanze scolastiche se ci sono giovani padroni.

Scarica la scheda in formato .pdf