Cambiare aria!
Condividi  

Cambiare aria!

È il momento di…

Come dimostrato da recenti ricerche scientifiche, in natura esistono piante capaci di combattere l’inquinamento di case, uffici e ambienti pubblici. 
 
L’aria che respiriamo è infatti carica di fattori inquinanti che provengono da fonti come i detersivi, le vernici, la colla dei mobili, l’inchiostro delle stampanti, il fumo di sigaretta e i materiali edili. Tra gli inquinanti ci sono sostanze come ormaldeide, benzene, toluene, xylene, anidride carbonica e monossido di carbonio, fortemente dannose per il nostro organismo.
 
Come fanno le piante a depurare l’aria?
Le foglie assorbono gli inquinanti atmosferici attraverso minuscole aperture dette stomi. Grazie ai processi del metabolismo vegetale, i metalli e altri elementi tossici vengono resi inerti e accumulati nelle pareti cellulari; le sostanze organiche inquinanti vengono metabolizzate e immagazzinate anch’esse nelle cellule.
 
Quali sono le piante con maggiore potere antismog?
Sino ad ora sono state registrate circa 70 specie di piante di 34 famiglie differenti, in grado di assorbire gli inquinanti atmosferici indoor. Le piante più studiate finora appartengono alla famiglia delle Araceae e Liliaceae. Tra le specie antismog più efficaci ci sono lo spatifillo, il clorofito, il ficus benjamina, il filodendro, il pothos, l’edera, la dracena e molte altre.

Scarica la scheda in formato .pdf