A prova di bacio
Condividi  

A prova di bacio

Alitosi: rimedi e consigli

Come per gli umani, il fenomeno dell’alitosi è piuttosto comune anche tra gli animali: si tratta di un problema fastidioso generato da possibili problemi correlati a denti e bocca del tuo migliore amico a quattro zampe. 
La causa più importante e scatenante di questa problematica vede protagonisti i batteri della placca, i quali lasciano composti derivati dallo zolfo che causano cattivo odore, ma non solo: se il problema non viene curato tempestivamente, potrebbero insorgere dei problemi alla mucosa.

POSSIBILI CAUSE
L’alitosi può manifestarsi in diversi modi, anche se quello più comune è correlato alla cattiva igiene del cavo orale. Si sta quindi parlando di un eccessivo accumulo di tartaro sui denti del cane, con conseguente produzione di batteri.

I cani, come gli esseri umani, mangiano cibi umidi oppure secchi: in ogni circostanza i residui di questi alimenti finiscono con il depositarsi sui denti, provocando così l’alito cattivo. Tuttavia, bisogna tenere conto che, in alcune particolari condizioni, l’alitosi viene generata da malattie, come il diabete o altre patologie correlate al fegato e ai reni, ecco perché la prima cosa da fare è fissare una visita dal veterinario per capire da che cosa derivi questa fastidiosa alitosi, cercando di adottare rimedi consoni alle sue esigenze. 

SEGNALI E RIMEDI EFFICACI
L’alitosi è spesso accompagnata da carie, sangue, salivazione eccessiva o denti consumati, fino al punto in cui il cane non riuscirà più ad aprire la bocca: se il tuo cane è di taglia piccola potrebbe incorrere molto più velocemente in malattie correlate al cavo orale, considerato il fatto che a causa della conformazione della testa i denti sono più piccoli e vicini, con maggiore possibilità di formazione di carie e batteri.
Un primo rimedio da adottare è procedere a una corretta pulizia dentale con spazzolino e dentifricio: si tratta di prodotti specifici, diversi da quelli che utilizziamo noi. 

Scarica la scheda in formato .pdf