Stella di Natale (Euphorbia Pulcherrima)
Condividi  

Stella di Natale

Euphorbia Pulcherrima

Pianta originaria del Messico, paese in cui è associata alle Feste Natalizie. Il suo nome scientifico è già un complimento. Euphorbia è il nome del genere, Pulcherrima in latino significa "bellissima". Se nel paese d'origine raggiunge anche 3-4 metri, alle nostre latitudini è un po’ più difficile coltivarla, ma con i giusti accorgimenti è una pianta che dà grandi soddisfazioni. Il suo caratteristico colore rosso non è dato dai fiori ma dalle brattee, particolari foglie che nelle piante hanno il compito di proteggere il fiore, infatti i fiori sono piccoli e di colore giallo, circondati dalle foglie che sono di colore rosso. 

Fioritura:
dicembre-marzo.

Esposizione:
molta luce ma non diretta.

Altezza media:
in natura 3-4 m, 50 cm - 1 m coltivate.

12-15° Temperatura minima

DOVE COLLOCARLA

Esige molta luce, ma non diretta e al riparo da correnti d'aria.

IRRIGAZIONE

La Stella di Natale va innaffiata moderatamente. È sufficiente innaffiarla due volte la settimana, avendo cura di non lasciare acqua nel sottovaso.

CONCIMAZIONE E RINVASO

Durante il periodo invernale necessita di poca concimazione prediligendo, se rinvasata, fertilizzante nel terriccio. Maggio è il mese giusto per il rinvaso, utilizzando un contenitore di qualche centimetro più grande del precedente, con del terriccio torboso, leggero e drenante con l'aggiunta di un fertilizzante granulare.

CURE GENERALI

Predilige zone molto luminose, anche vicino alle finestre, ma lontano da correnti d'aria. 

Scarica la scheda in formato .pdf

    CURIOSITÀ

    Conosciuta col nome di Poinsettia attribuitogli da J. Poinsett, che la importò per primo negli Stati Uniti.