Salvia
Condividi  

Salvia

La salvia è una perenne, erbacea o semiarbustiva, dalle grandi proprietà aromatiche e officinali. Molto longeva, tra le foglie lascia emergere i delicati fiori viola. Oltre alla ben nota salvia nella versione classica esistono numerose varietà con foglie variegate, purpuree, gialle, azzurre e con fragranze particolari, per esempio la salvia ananas, che ha odore appunto di questo frutto. 

Fioritura:
tarda primavera

Esposizione:
sole

Altezza media:
fino a 50 cm

-5° Temperatura minima

Dove collocarla:

Si coltiva nell’orto e in vaso al sole o mezz’ombra; resiste al freddo e al caldo. Negli anni diventa un piccolo arbusto. Non va piantata vicino al rosmarino: non amano crescere insieme.

Irrigazione:

Deve essere ben innaffiata al momento dell’impianto, dopodiché si bagna con parsimonia, sopporta periodi di siccità. Teme molto i ristagni radicali; non lasciare acqua stagnante nel sottovaso.

Concimazione e rinvaso:

Gradisce una sola concimazione, in autunno, con un prodottodi tipo organico. Cresce bene in qualunque contenitore, purché con ottimo drenaggio. È molto longeva, ma conviene rinnovare le piante ogni 3-4 anni, perché le foglie nel corso del tempo diventano più coriacee e meno profumate. Facile la moltiplicazione per talea, da staccare alla fine dell’estate, dopo la fioritura, e da far radicare in terra mista a sabbia.

Cure generali:

Eliminare i fiori per stimolare la formazione delle foglie aromatiche. Non esige potature: si taglia solo quando è troppo ingombrante.

Scarica la scheda in formato .pdf