Guzmania
Condividi  

Guzmania

Originaria delle zone dell'America Centrale la Guzmania è una pianta da interno molto tollerante. 

Ha foglie arcuate morbide di colore verde brillante lucente, la coppa centrale è composta da brattee scarlatte o arancio vivo, porta piccoli fiori tubulosi gialli o bianchi, raggruppati in spighe o pannocchie, con fioritura invernale.

Il nome del genere è stato dato in onore di Anastasio Guzmán, naturalista spagnolo vissuto nel XVIII secolo.

Fioritura:
estate

Esposizione:
illuminato ma al riparo dai raggi solari

Altezza media:
fino a 1 m

18° C Temperatura minima

Dove collocarla

La Guzmania predilige il clima caldo-umido e ama l’esposizione in luoghi luminosi, ma non il sole diretto. 

Irrigazione

In estate la terra deve essere sempre leggermente umida, mentre in inverno è sufficiente un'innaffiatura settimanale. È preferibile utilizzare acqua dolce. In estate, vaporizzare spesso, sempre con acqua dolce e a temperatura ambiente. 

Concimazione e rinvaso

La concimazione va fatta da marzo a settembre ogni 15 giorni con un concime universale. Il rinvaso va effettuato in genere ogni 2 anni o solo quando i germogli laterali hanno occupato tutto lo spazio disponibile del vaso.      

Cure generali

Non sopporta le correnti d'aria, ma come le altre bromeliacee, il suo fiore, che muore dopo la fioritura, è uno dei più duraturi tra le piante da interno. Tagliare la rosetta centrale dopo la fioritura per favorire l’emissione dei germogli laterali. Lavare periodicamente le foglie mediante uno straccio umido per asportare la polvere. Trattare con prodotti specifici in caso di attacco di parassiti.

Scarica la scheda in formato .pdf