Anturio
Condividi  

Anturio

Originario della Colombia e dell’America Centrale, l’anturio è tra le piante da interni preferite per la facilità di coltivazione e la fioritura elegantissima, durevole anche in ambienti con poca luce. La bella spata cuoriforme può essere rossa, rosa, bianca o verde e screziata, a cuore stretto o largo, arricciata e bicolore.

Fioritura:
primavera-estate

Esposizione:
luce, ombra, no sole diretto

Altezza media:
fino a 50-70 cm

16° Temperatura minima

Dove collocarlo

L’esposizione preferita è luminosa, ma non ama il sole diretto; tollera anche gli ambienti poco luminosi. La temperatura deve essere elevata e uniforme, fra i 20 e i 28°C, con un discreto grado di umidità. Non tollera gli sbalzi di temperatura.

Irrigazione

In primavera-estate 2 o 3 volte per settimana, nel sottovaso, per mantenere sempre appena umido il substrato. In autunno- inverno si riduce a un’irrigazione a settimana.

Concimazione e rinvaso

In primavera-estate ogni 15 giorni nell’acqua d’irrigazione con un prodotto liquido per piante da fiore per favorire la fioritura, per piante verdi per incentivare l’accrescimento delle foglie. Il rinvaso va effettuato ogni 2 anni, quando le radici escono dal fondo e affiorano dal terriccio.

Cure generali

D’estate e d’inverno, quando il riscaldamento è acceso, spruzzare le foglie ogni giorno per aumentare l’umidità. Quando occorre, pulire a mano le foglie con una spugnetta e acqua tiepida.

Scarica la scheda in formato .pdf